Seleziona una pagina

La regolazione della tonalità di luce bianca è certamente una delle più recenti innovazioni nel settore dell’illuminazione. Da qualche tempo i produttori di apparecchi a LED hanno iniziato a prendere sul serio i risultati della ricerca sugli effetti fotobiologici dell’illuminazione artificiale. Le maggiori conoscenze sul funzionamento del corpo umano e lo sviluppo tecnologico convergono su un innovativo uso dell’illuminazione artificiale a LED.

La miscelazione del colore

Un apparecchio Tunable White viene sviluppato utilizzando LED a luce bianca sia con tonalità calda che fredda. Grazie al controllo dell’alimentazione dei canali dei singoli LED, è possibile miscelare il flusso luminoso ed ottenere una proiezione che copre l’intero spettro colore dei toni bianchi. Da quelli più caldi (3000 Kelvin) a quelli più freddi (6000 Kelvin).

circuito LED Tunable White con strisce LED affiancate

circuito LED Tunable White con strisce LED affiancate

I sistemi basilari a doppio circuito

I sistemi più semplici utilizzano strisce di LED affiancate. Una striscia con luce bianco caldo di circa 3000 Kelvin, mentre l’altra, bianco freddo, intorno ad una temperatura di 6000 Kelvin. Generalmente l’applicazione più comune è all’interno di profili di alluminio dotati di un diffusore opale che provvede alla miscelazione del colore mentre la luce passa attraverso di esso. Decisamente una soluzione molto semplice. Che tuttavia soddisfa solo esigenze basilari e permette poche opzioni.

 

Le versioni multi-chip
circuito LED Tunable White multi-chip

circuito LED Tunable White multi-chip

I prodotti Tunable White più avanzati utilizzano la tecnologia ‘multi-chip’ in cui i LED di entrambe le temperature colore vengono combinati nello stesso modulo. I LED di diverso colore (bianco caldo o bianco freddo) vengono rispettivamente più o meno alimentati in base alla temperatura colore desiderata.
Gli apparecchi Tunable White multi-chip hanno certamente prestazioni luminose più elevate e migliore controllo del colore rispetto ai sistemi a doppio circuito.
La piccola dimensione di ogni LED consente di realizzare anche apparecchi di dimensioni molto contenute. Sono già disponibili faretti e piccoli pannelli che utilizzano la stessa tecnologia dei sistemi lineari professionali.

 

Eppure anche questo non basta e ci sono altri parametri da considerare, come la gamma di temperature colore offerta e la resa cromatica.

 

Non tutti i sistemi Tunable White sono uguali
Light temperature and cicardian rhythm

Esempio di gamma completa di tonalità della luce bianca

Un apparecchio Tunable White può essere considerato tale se offre almeno una regolazione della temperatura colore da 3000 Kelvin a 5000 Kelvin o 6000 Kelvin.

L’utente deve prestare molta attenzione alla gamma di temperatura offerta nella scelta di un apparecchio Tunable White. Mentre alcuni sistemi offrono un’ampia gamma di toni bianchi, estesi sull’intero ciclo cicardiano naturale, ne esistono altri con una gamma più limitata, alcuni persino ristretti alla scelta tra 3000 Kelvin a 4000 Kelvin, apparecchi che dovrebbero essere considerati solo come un’opzione decorativa.

La resa cromatica
resa cromatica

Una resa cromatica ottimale fa apparire il colore degli oggetti brillante e più aderente al reale.

Tutti gli apparecchi di illuminazione, anche quelli a LED, offrono sfumature diverse nel modo in cui la luce bianca riproduce i colori delle superfici e degli oggetti illuminati. Ma indipendentemente dalla sorgente luminosa, è corretto attenderci un buon livello di resa cromatica da qualsiasi prodotto di illuminazione, anche dagli apparecchi Tunable White. Eppure non è sempre chiaro, leggendo i dati dei produttori, quanto sia prestazionale un apparecchio Tunable White in termini di resa cromatica dei colori.

Perciò, in linea generale, migliore è il sistema di miscelazione dei toni bianchi e maggiore è la gamma, migliore sarà la resa cromatica su tutto lo spettro di regolazione.

E’ pertanto utile ricordare che i prodotti più economici garantiscono una buona resa dei colori solo agli estremi dell’intervallo di regolazione, ovvero dove la luce è completamente calda o completamente fredda. Ma non c’è alcuna certezza che la luce miscelata sia altrettanto performante cromaticamente.

 

I sistemi di controllo degli apparecchi LED Tunable White

Faretto LED Tunable White con sistema di regolazione dinamica

Ogni apparecchio di illuminazione LED Tunable White ha bisogno di un sistema per il controllo e la regolazione della temperatura della luce. Alcuni sistemi permettono una selezione statica (tre temperature colore fisse), altri una selezione dinamica (libera scelta della temperatura colore). Alcuni apparecchi hanno un sistema integrato e possono sembrare più semplici da installare, ma noi consigliamo di optare per sistemi di regolazione Tunable White multipli che permettono di gestire più apparecchi LED Tunable White con un solo sistema di regolazione.

Nelle applicazioni per uso domestico, infatti, la regolazione del tono colore bianco degli apparecchi di servizio, come ad esempio le luci sotto pensile cucina, è molto più pratico se effettuato simultaneamente su tutti gli apparecchi anziché su ognuno di essi. Con questo evitando l’inconveniente di non riuscire a centrare esattamente la stessa tonalità di bianco.

I sistemi di regolazione degli apparecchi Tunable White meritano un approfondimento che a breve posteremo su questo blog.

 

Una veloce check-list per il tuo progetto LED Tunable White.

1. Qual è il campo di temperatura colore che desideri regolare (i valori possono andare da 3000 Kelvin a 6000 Kelvin)?

2. Il tuo prodotto preferito garantisce un livello di prestazioni di colore elevate su tutta la gamma di regolazione?

3. Hai pensato a quale sistema di controllo della temperatura è più adatto alle tue esigenze? Ti serve un sistema miscelato o semplicemente uno a selezione fissa?

 

 

Share it!