Seleziona una pagina

Malgrado il recente sviluppo delle prestazioni cromatiche e dell’incremento della vita media, il costo elevato rimane un problema che limita la tecnologia OLED ad utilizzi di nichhia.

Una diffusione uniforme e non abbagliante della luce. E’ questa la caratteristica principale della tecnologia OLED che stimola il settore lighting. L’interesse è destinato ad aumentare via via che i produttori miglioreranno la resa cromatica e la longevità di questi particolari pannelli luminosi. Tuttavia il costo rimane un tremendo ostacolo per la diffusione di questa tecnologia. Sono diversi anni che la discussione e concentrata su come migliorare l’efficacia dei pannelli OLED e su come abbattere gli elevati costi di produzione.

I produttori di pannelli OLED hanno compiuto progressi su entrambi i fronti, ma la cattiva notizia è che l’industria dei LED tradizionali si sta muovendo ancora più velocemente. E il divario, in termini di costo e di efficacia rispetto ai LED tradizionali, potrebbe ulteriormente ampliarsi nei prossimi anni. Questo significa che dobbiamo dimenticarci della tecnologia OLED? Ma mentre ai progettisti farebbe sicuramente piacere utilizzare questi pannelli, il costo elevato, l’efficacia relativamente scadente e la vita media decisamente limitata, sono i principali ostacoli ad un uso che non sia confinato solo ad applicazioni di nicchia. Dalle analisi di laboratorio che DOMUS Line ha effettuato anche recentemente, in media l’efficienza luminosa dei migliori pannelli OLED disponibili sul mercato non supera i 50-60 lm/W. La stessa dei pannelli che avevamo testato a metà del 2012. Un valore molto distante dalle performance dei cluster LED che utilizziamo ad esempio sulla nuova collezione SMALLY XS pari a 120 lm/W.

Anche l’incremento della vita media è ancora lontano dagli standard ai quali il mercato si è già rapidamente abituato. I migliori (e più costosi) pannelli OLED non superano le 18K ore di vita presunta e solo per alimentazioni con basse correnti di pilotaggio. Quando con i LED già da qualche anno vengono garantite le 50K ore di vita media operativa. Ma come detto è il prezzo il principale problema. E questo si può facilmente vedere analizzando il divario rispetto ai LED in alcuni prodotti OLED che vengono offerti in commercio.

Il rapporto rimane in genere di almeno 5 a 1 se non maggiore. L’attenzione che DOMUS Line pone alle nuove tecnologie è nota ed i test sulle nuove versioni dei pannelli OLED prosegue con fiducia. Ma riteniamo inutile, per ora, concentrare l’attenzione dei nostri clienti su una soluzione che è ancora accademica e che non permette loro di creare valore.

Share it!